NATALE IN ARRIVO

Standard

Questo è il nostro Natale, ogni anno cambiamo posizione al presepio, le decorazioni dell’albero e della casa. Non è che buttiamo via, ma lo metto nelle scatole e l’anno dopo decidiamo cosa fare.

Abbiamo tante cose di Natale perchè con la scusa dei saldi in Inghilterra e a N.Y, quando vado faccio rifornimento.

006

Le nostre “nipotine”:
Alexandra, Vanessa, Isabella, Noemi, notare la pallina verde con “Buona Natale Nonno”002

….humor inglese….018

l’intrusa….001

Presepio020

009

010

a sinistra c’è un suonatore di zampogna dei primi del novecento, sempre presente.005

decorazioni

032

031

036

Questa è parte della nostra casa natalizia, io sono per natura “festaiola”, quindi comincio a pensare al Natale da metà novembre e tengo tutto fino a metà gennaio. Poi con la scusa dei figli sparsi  e degli amici che vanno via, festeggiamo con i pranzi di Natale da metà dicembre, infatti sono già a quota tre, sabato sera un altro,  poi Natale e Santo Stefano.

Per fortuna che non festeggiamo l’ultimo dell’anno, stiamo a casa, con o senza amici e al limite preparo cotechino e lenticchie.

Tra dentro e fuori, qui le luci la fanno da padrone, perchè per noi Natale è un momento magico, tutto l’insieme ci fa sentire un po’ (più) bambini.

Non abbiamo più nè bimbi, nè nipoti piccoli, ma io continuo la tradizione del rifocillare Babbo Natale e le sue renne la notte di Natale.

Alla sera con una musica natalizia,  le bimbe si mettevano una giacca e portavano fuori sul balcone un piattino con dei biscotti, una mela, un bicchiere di latte. Ma anche un bicchierino di grappa, perchè il nonno diceva che Babbo Natale doveva riscaldarsi.

Solo che al mattino, prima che le bimbe si svegliassero, andavamo sul balcone, lasciavo due biscotti sgranocchiati (che mangiavo io) mezza mela mangiata da lui, bevevo il latte e lui DOVEVA bersi la grappa. Ci divertivamo come matti e poi quando loro si alzavano, andavano prima sul balcone a vedere se le renne avessero mangiato e poi andavano sotto all’albero a vedere i regali.

Ora le “bimbe” passano la notte di Natale, qualche volta qui e si ripete il rito anche se sono grandi oppure lo trascorrono a casa loro.

Ma noi continuiamo a preparare e a divertirci anche da soli.

Perchè non credete che Babbo Natale con le sue renne non passi la notte di Natale?

Advertisements

»

  1. Meraviglioso e magico tutto quanto: dall’albero, all’intrusa fra i rami, alle foto appese fra le decorazioni, al presepe, a tutte le altre belle cose sparse per casa!
    ma soprattutto è bellissimo il vostro rituale del passaggio di babbo natale, che si ferma a mangiucchiare e a bere pure un grappino (troppo forte!!!!).
    ed è fantastico che lo perpetriate anche adesso, da grandi, perchè la magia del natale non ha età!
    Complimenti di cuore e tanti, tantissimi auguri a te e alla tua famiglia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...