Archivio mensile:gennaio 2013

MINESTRONE CON RADICCHIO

Mi hanno regalato del bellissimo radicchio, il cespo era talmente grande che pensavo, visto nella sporta, che fosse un cavolo verza…

L’ho preparato in insalata, ne ho fatto un risotto e con le foglie esterne, troppo dure da mangiare crude, ne ho fatto un minestrone caldo caldo, giusto per queste giornate di nebbia.

minestrone con radicchio

Ingredienti:

  • foglie esterne di radicchio
  • zucca
  • patate
  • cipolla
  • brodo di verdura
  • pastina fatta in casa
  • sale e pepe
  • olio d’oliva
  • parnigiano reggiano e croste dello stesso.

Ho tagliato a pezzetti il radicchio e le altre verdure, le ho messe a freddo nel brodo di verdura, ho aggiunto un po’ di sale e pepe, qualche crosta di parmigiano pulita e tagliata a pezzetti e ho fatto cuocere il tutto per circa 30 min.

Poi ho aggiunto la pastina fatta di sfoglia e ho fatto cuocere ancora 10 min.

L’ho versata fumante nei piatti e ho aggiunto dell’olio di oliva e del parmigiano grattugiato.

minetrone con radicchio2

Con questa ricetta partecipo al contest di Sale e coccole – “In-zuppiamoci” –

 

QUANTI MODI DI FARE E RIFARE I “BACI DI DAMA”

E questi chiamiamoli “Baci di Dama” con buona pace di quelli piemontesi.

010

Ho provato, erano bellissimi in forno, suona il telefono – aspetta una attimo che spengo il forno, sì va bene, sì, un attimo, arrivo….bene, sopra marroncini arrabbiati, sotto carbonella. Almeno ho il coraggio di dirlo, acc. Ma avevo un residuo di impasto e ho detto, va bè li faccio, così li butto via tutti insieme.

Invece dopo essere stata attaccata al forno come un condor sulla spalla, sono venuti abbastanza normali. Certo la forma è fatta a modo suo, li ho ricoperti di zucchero alla cannella solo per coprire le ulteriori magagne, però gli altri cinque che hanno fatto sparire in un attimo erano perfetti, buoni, cotti al punto giusto. Ho salvato giusto questi per fare la foto.

Meno male che non devo partecipare ad un concorso, questi sono per il – fare e rifare – della Cuochina (mi perdonerai, vero?), altrimenti mi darebbero un premio fuori concorso, ma molto fuori.

Comunque ecco gli ingredienti:

  • 250 gr.  tra nocciole, arachidi, mandorle
  • 300 gr. di farina bianca 00
  • 250 gr. di zucchero semolato
  • 180 gr. di burro
  • 2 cucchiai di latte
  • Nutella
  • zucchero di cannella

Ho tritato finemente la frutta secca, poi l’ho impastata con il burro fuso al microonde, con la farina, lo zucchero e il latte, formando un impasto consistente.

Ho preparato delle palline e le ho affiancate sulla lastra del forno, tenendole un po’ distanziate perchè crescono.

In forno a 170° per 20 min., poi le ho messe sulla griglia a raffreddare.

Per unire le due palline ho usato la Nutella, anzichè il cioccolato fuso, perchè ho ancora in giro le nipoti nutellose e, prima che rientrino alle loro università, le ho fatte contente ancora una volta.

Poi le ho cosparse (i baci di dama, non le nipoti…) del mio  zucchero alla cannella,  ma credetemi ho fatto giusto in tempo a fare la foto che sono finite.

Con questa…ricetta, partecipo al “quanti modi di fare e rifare” del mese di Gennaio 2013, nella cucina di “La casa di  Artù” che ringrazio per la disponibilità, insieme alla Cuochina che  si impegna sempre tanto per questa iniziativa.

LOLLIPOPS PARMIGIANO

Questa è una splendida idea che ho trovato da ARABAFELICE e che ho copiato per il cenone di Capodanno tra gli antipasti.

011

Sono dei lecca lecca di parmigiano, semplici e di molto effetto.

Siccome io non ho avuto tempo di fotografarli passo passo, vi scrivo il post di Arabafelice che ho seguito tale e quale.

PARMESAN AND POPPY SEED LOLLIPOPS
da Baking Made Easy di Lorraine Pascale
80 g circa di parmigiano grattugiato
un cucchiaino di semi di papavero (omesso)
un cucchiaino di semi di sesamo
poco burro, per ungere la carta forno
 In una ciotola mescolare il formaggio con i semi di papavero e quelli di sesamo.Imburrare la carta forno (non saltate questo passaggio se volete che i lollipos si stacchino bene!)  – verissimo – e adagiarvi sopra uno stampino circolare da circa 9cm.Se non lo avete, costruitene uno con la carta alluminio.

Spargere un po’ di formaggio all’interno del cerchio, badando a non lasciare buchi. Lo strato non deve essere troppo spesso, ma nemmeno così sottile da non poter stare in piedi, dopo.
Delicatamente alzare il cerchio, e procedere a prepararne degli altri.
Appoggiare quindi uno spiedino di legno ( i miei spezzati a metà, altrimenti sarebbero stati troppo lunghi) al centro di ciascun lollipop.

Ricoprire la parte di spiedino sul lollipop con del formaggio extra, come mostrato in foto:

Cuocere in forno preriscaldato a 220 gradi per circa 5 minuti  finchè il formaggio sarà dorato e farà le bolle come se…bollisse.
Tirare fuori dal forno e non toccare nulla finchè il tutto non sarà perfettamente freddo. Solo a questo punto staccare con delicatezza i lollipops dalla carta forno e servirli.

Poi li ho infilati su dei panini e decorati con un fiocchetto, sono piaciuti tantissimo.

GRAZIE ARABAFELICE, per avermi permesso di pubblicare il tuo procedimento, sei una gentilissima amica dalle mille risorse.

lollypop parm3

SERENO ANNO NUOVO E ” GNOCCO SILVESTRO”

015

SERENO ANNO NUOVO A TUTTI

a tutti quelli che mi vogliono bene e magari non lo so,

a tutti quelli a cui io voglio bene  e magari non lo sanno,

ai nuovi amici con i quali condivido la passione per i blog,

alle persone che hanno fatto un pezzo di strada con me e poi mi hanno lasciata, con o senza un perchè.

a tutti quelli che hanno bisogno di un augurio e a quelli che se ne credono immuni ,

basta così, oggi sono troppo buona e quindi MI faccio un augurio:

va bene tutto, ma che riesca a fare quello che mi pare. (posso sognare o no?).

“GNOCCO SILVESTRO”

perchè “Gnocco Silvestro”? Perchè l’ho preparato per il cenone di Capodanno e

??????????

alla mia amica Sandra  è piaciuto tanto e ne  ha scelto il nome…….

INGREDIENTI:

  • 500 gr farina O
  • 250 gr di acqua tiepida
  • 25 gr di lievito di birra (in panetto)
  • 2 cucchiaini di sale
  • 1 pizzico di zucchero
  • 25 gr di olio

Mescolare in una ciotola il lievito, lo zucchero, l’olio  con l’acqua.

Aggiungere a poco a poco la farina e il sale,  mescolare bene, in modo da ottenere una pasta consistente da stendere sul tagliere e tirare con il mattarello della forma della teglia del forno. Fare qualche incisione a graticola e volendo, cospargerla di sale grosso (io ho usato la mia salamoia bolognese)

Accendere il forno a 200° per qualche minuto, poi dopo aver appoggiato la pasta sulla teglia, metterla in forno spento a lievitare.

Quando avrà circa raddoppiato il volume, senza toglierla, accendere il forno a 200° per circa 25 min.

Si può servire con affettati vari, con formaggio fresco o, ed è il massimo, con la mortadella.

AUGURI    AUGURI    AUGURI   AUGURI

cactus