Melanzane uso funghi

Standard

da: “Il Talismano della felicità” di Ada Boni:

Di Voi, Signore e Signorine, molte sanno suonare bene il pianoforte o cantare con grazia squisita, molte altre….conoscono le lingue moderne, sono piacevoli letterate o fini pittrici, ed altre ancora sono esperte nel “tennis” o nel “golf”, o guidano con salda mano il volante di una lussuosa automobile. Ma, ahimè, non certo tutte, facendo un piccolo esame di coscienza, potreste affermare di saper cuocere alla perfezione due uova al “guscio” –

Così Ada Boni ottant’anni orsono scriveva la dedica alle lettrici nella prima edizione del “Talismano della felicità”, un manuale di cucina che raccoglieva tutte le ricette da lei pubblicate sin dal 1915 sulla rivista “Preziosa”. Diceva anche che “la cucina è la più gaia delle arti ed insieme la più piacevole delle scienze”. E sicuramente si può condividere.

Io ho tutti e sette i libri e leggendoli, si nota uno spaccato della vita “domestica” di quei tempi. Come servire a tavola, la preparazione dei menù, la disposizione dei “commensali”, molto interessante soprattutto se rapportato ai nostri tempi.

Ho voluto preparare le melanzane uso funghi,  riportando esattamente come è scritta la ricetta nel libro.

??????????

Ingredienti:

  • melanzane 6
  • olio 4 cucchiai
  • aglio
  • origano
  • sale – pepe
  • facoltativo pomodoro

Lavate e asciugate le melanzane, privatele del gambo e tagliatele a spicchi senza sbucciarle. Togliete un po’ della polpa interna, se i semi sono molto sviluppati (non è stato il caso), e ritagliate ogni spicchio in tanti pezzettini trasversali.

Mettete un po’ d’olio nella padella, fateci soffriggere un pezzetto d’aglio che toglierete prima che prenda colore (lasciato perchè a noi piace), passateci le melanzane; condite con sale, pepe e un pizzico di origano (ho messo il mio fresco) e fate cuocere adagio adagio. (15 min con il mio coperchio).

Potete servirle così, o potete aggiungerci, a metà cottura, qualche pezzetto di pomodoro, senza pelle e senza semi. (Io ho aggiunto un cucchiaio della mia passata fresca di pomodoro).

Ne è risultato un piatto semplice e delicato; ora ho sette libri da sfogliare……

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...