Visita al borgo e oltre…

Standard

Sì, ma prima di affrontare la visita, bisogna ristorarci, in un luogo che è il tempio del Culatello.

LA CULATELLERIA del Salumificio Rossi a Sanguinaro di Fontanellato (Parma)

i tre alla culatelleria

“Il culatello  è un salume a denominazione di origine protetta tipico della provincia di Parma. È inoltre catalogato tra i Presidi di Slow Food dell’Emilia-Romagna.

 

Il Culatello, citato con certezza per la prima volta in un documento del 1735, è prodotto a partire dalla coscia di maiale. Il Consorzio del Culatello di Zibello (Pr) ha stabilito che la lavorazione può avvenire solo in una determinata e circoscritta zona ed esclusivamente nel periodo tra ottobre e febbraio, quando la Bassa è avvolta dalla nebbia e dal freddo. La stagionatura in cantina accompagna il Culatello dalle nebbie invernali all’afa estiva, per arrivare sulle nostre tavole l’inverno successivo nel pieno delle sue più originali qualità di sapore. (Wikipedia)”

focaccia con culatello, saporito, unico, accompagnato da un Lambrusco Doc.

focaccia con culatello

Dopo di che siamo andati a visitare il Borgo di Vigoleno, in provincia di Piacenza in cui sorge l’omonimo castello, pervenutoci intatto in tutte le sue parti ed è un esempio di borgo fortificato medievale di particolare bellezza. Fa parte del circuito dei Castelli del ducato di Parma e Piacenza, del club de I borghi più belli d’Italia.

vigoleno

Completamente circondato dalla cinta muraria merlata, ha un unico accesso attraverso un rivellino, ( fortificazione indipendente  posto a protezione di una porta) dalla particolare forma tondeggiante, che proteggeva il vero portale d’ingresso.

in visita a Vigoleno

Dentro conserva un’aria antica, tranquilla però, lontana dai clamori del tempo passato. Il cuore del borgo è la piazza, con fontana centrale, su cui si affacciano: il mastio, la parte residenziale del castello, l’oratorio e la cisterna.

Il paese prosegue con un piccolo gruppo di case strette intorno alla pieve di San Giorgio, chiesa romanica del XII secolo.

“Angelo del silenzio” all’interno della chiesa, opera di un’artista locale.

angelo del silenzio

vista dal castello sul panorama circostante

dal castello

 

meteorite

questo enorme masso, colore verde, pensano possa essere un meteorite caduto nella notte dei tempi. Oppure un masso di ofiolite.

Le Ofioliti sono sezioni di crosta oceanica e del sottostante mantello che sono state sollevate o sovrapposte alla crosta oceanica fino ad affiorare.

Il nome ofiolite, dal greco letteralmente roccia serpente, è dovuto alla loro caratteristica colorazione verdognola, che ricorda la pelle di molti rettili. In Italia si trovano, principalmente, nell’Appennino Emiliano – Romagnolo e al confine con la Toscana.

Sempre misteriosi questi massi che affiorano e che ricordano gli enormi movimenti a cui è stata sottoposta la terra nei milioni di anni passati.

il Castellano sul trono, naturalmente nella sala dove si mangia…

il castellano

le tre Castellane ( a spasso)

le tre castellane

curiosa lampada fatta con arachidi e noccioline

lampada di arachidi

il Mastio del castello

mastio

la prigione (all’esterno) ancora con le catene…non le ha volute provare nessuno…

prigione

non abbiamo visto il fantasma, in compenso mettiamoci un attimo di terrore….fuoco al castello….

fuoco nel castello

Poi siamo andati a visitare l’abbazia di Chiaravalle della Colomba  che è un’abbazia cistercense fondata nel 1136 ed è situata ad Alseno (Piacenza) .Era tipico dei monasteri cistercensi insediarsi in zone disagiate, lavorando attivamente per coltivarle e bonificarle e nello stesso tempo pregando,celebre è, in tal senso, la formula Ora et labora.

Secondo la leggenda sembra che una colomba candida abbia volteggiato dinanzi agli occhi dei monaci, delineando con pagliuzze il perimetro del complesso da costruire. La ricorrenza liturgica oggi più nota è il Corpus Domini, che si svolge in giugno. Durante la festa ha luogo la celebre «infiorata»: un grande tappeto di petali che parte dall’ingresso della chiesa e raffigura motivi sacri.

Risultati immagini per infiorata chiaravalle della colomba 2014

… i tre in attesa di fare domanda per entrare al Monastero….come monaci.

i tgre al monastero

colonne del chiostro, ma che santa pazienza hanno i monaci a fare questo lavoro…arrotolare le colonne non è semplice…..

nodo colonna

poi per finire la giornata….andiamo (naturalmente) a mangiare, all’Agriturismo “La fattoria del Boschetto”, luogo conosciuto dai Radunisti (quelli dei Bolliti e della Maialata).

all'agriturismo il boschetto

mangiare cosa? Ecco qui, parte del menù. Aperitivo con melanzane grigliate con salsiccia e cavolo nero

cena boschetto

poi pezzetti di polenta con pomodorini e ricotta all’aceto balsamico (finiti prima delle foto). Come primi delle tagliatelle speciali alla menta, cioè impastate con foglioline alla menta e condite con pancetta croccante e formaggio.cena boschetto3

ma il risotto ai fiori di salvia ha fatto furore, condito con i fiori della salvia e mantecato con parmigiano fuso.

cena boschetto4

i secondi erano composti da maialino al forno con vinsanto e “rosa di Parma”, cioè arrotolato di arrosto con prosciutto crudo e formaggio, in salsa al marsala.

cena boschetto5

Non c’è la foto della cheese-cake alla menta, impossibile fotografarla eravamo intenti a gustarla, quasi una panna cotta, deliziosa. Potete solo immaginarla, anzi è simile a questa del blog Cioccoliamo.

 

Così abbiamo finito in dolcezza la giornata, preparandoci per il giorno dopo, data del 1° Raduno di Cremona.

 

 

Annunci

»

  1. Mi rallegro con il tuo blog. Inoltre la gastronomia, la ricchezza della storia e la bellezza della regione. Congratulazioni Marika
    Bacci
    Miriam

    • Grazie Miriam, sono felice che tu mi segua e che ti piaccia vedere la nostra bella Italia, ci sono tanti posti piccoli, quasi sconosciuti che hanno però un grande fascino, un grande abbraccio, Marika

  2. Il “castellano” sta proprio bene sul trono della sala ” mensa”😁😁…..bellissimo reportage ! ….adesso aspetto….Cremona!😊 ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...