Raduno a Cremona, il pranzo

Standard

regalo

Primo “raduno” organizzato a Cremona da Graziella Maria, che ringraziamo per la perfetta riuscita dell’incontro; qui le sue scarpe nuove, per l’occasione

scarpe graziella  oh..guardate le scarpe e non le gambe…

Arriviamo alla trattoria “Secondo Baracchino” a Castelvetro Piacentino,locale informale, in mezzo ai pioppi e vicino al grande fiume, il Po.

Siamo all’aperitivo…..è alcoolico? Ma no, acc….subito tutti allegri, cominciamo bene..

aperitivo

questo è il menù:

  • affettati, gorgonzola, crescenza, torta fritta
  • bis di primi – pisarei e tortelli
  • secondi – amboline, pesce persico, rane
  • dolce, caffè, vino e acqua

ma.. si mangia o no? Luba

si mangia o no

eccoci qua allora

torta fritta veramente buona, asciutta, vanto del locale.

pisarei pisarei e tortelli

I pisarei e faṡö  sono un piatto di pasta tipico tra i più conosciuti della cucina piacentina. Si tratta di gnocchetti di farina e pangrattato conditi con un sugo a base di fagioli, lardo, cipolla e pomodoro.

Una tradizione narra che la ricetta  dei pisarei e fasö sia originaria del Medioevo, utilizzata nei conventi del piacentino per sfamare, con ingredienti poveri ma nutrienti, i pellegrini di passaggio sulla Via Francigena verso Roma. Un tempo venivano usati i fagioli dolci, anziché i borlotti e la ricetta non prevedeva la passata di pomodoro; questo perché borlotti e pomodori furono introdotti in Europa dalle Americhe, allora ancora sconosciute.

L’origine del nome pisarel si fa risalire o al termine dialettale bissa, biscia in dialetto, riferendosi alla biscia di farina da formare e tagliare a tocchetti per ottenere gli gnocchetti o al termine spagnolo pisar facendo riferimento al gesto dello schiacciarli col pollice, arrotolandoli leggermente su se stessi, per donargli la forma che li caratterizza.

I tortelli invece erano verdi, per gli spinaci e ripieni di ricotta.

Ed ecco le “amboline”, sono pesciolini come le acquadelle, ma di fiume e con un sapore caratteristico.

pesciolini

e poi le rane fritte

rane

sembra siano state gradite…

si mangia

Gilberto è in pausa, ma Gianni e, di spalle, Mario, se le stanno mangiando di gusto

buoni Gilberto ci ha ripensato…..evvai

posso mentre la mano di Wally si allunga furtiva…

tre piatti Gianni ha fatto incetta di piatti..

no il dolce no, noi il dolce no..(hanno fatto il bis)

e ora, a fine pranzo, possiamo vedere le facce soddisfatte

le due

coppia

va bè

ma, dopo i liquori, fatti in casa va bene, però…. attaccooo..

attacco

e ora, dai, andiamo a visitare Cremona, siamo venuti per questo (anche)….no, andiamo a vedere i fiume, io sto qui, io devo andare via, io ho da fare (?) e tutti “stravaccati” sulle poltroncine in giardino….alla fine si sono smossi, non tutti però, e questo è il gruppo superstite che è finalmente approdato a Cremona., qui, sotto alla statua di Stradivari.

gruppo

ed ora andiamo a fare il giro della città……….

Advertisements

»

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...