Avete mai visto un campo di carote?

Standard

Avete mai visto un campo di carote che oltrepassa l’orizzonte e non finisce più, con tutte le foglioline che sembrano mazzi leggeri di felce?

(foto dal web perchè non avevo la macchina foto e il cellulare nuovo….)

Io no, bene oggi, passando per la strada che porta al Boscone della Mesola in provincia di Ferrara, ne ho visto uno. – ma cosa sono tutte quelle foglie, – sono carote – ma và, fermati – scendo dalla macchina e mi avvicino – incredibile, io le avevo viste solo in qualche orticello, ora una distesa di foglie, un grande prato nel quale veniva voglia di rotolarsi. Io ne voglio prendere una, circospetta mi guardo in giro e zac, piano piano ne sollevo una, bellissima, piena, grande…le avrei prese tutte.

Ed eccolo qua il mio bottino, tutta pulita con le sue foglioline commestibili.

carota

sì perchè anche le foglie delle carote sono commestibili, oggi è raro trovare carote con le foglie, ma se le acquistate dal produttore chiedete di non tagliarle. Perchè le foglie sono un ingrediente in grado di arricchire minestroni o insalate, cotte o crude. Esse hanno un gusto fresco e aromatico.

Questi sono pensieri che mi sono venuti scoprendo una cosa che non avevo mai visto, non è sicuramente qualcosa di eccezionale, ma mi ha colpito e credo che stiamo dimenticando tante piccole e semplici cose, presi come siamo dalla frenesia del tempo e dai cellulari e simili. Ci si dimentica di guardare fuori dai finestrini, di stupirsi per un campo di carote o di patate in fiore, o di un rivolo d’acqua nel quale, nel silenzio del bosco, gracidano le rane.

Il Boscone della Mesola è un grande bosco in provincia di Ferrara, nel quale ci si può avventurare con le Guardie Forestali. Ha un’estensione di 835,70 ha, e al suo interno c’è anche un centinaio di autoctoni cervi della Mesola, ultimo nucleo degli antichi cervi della pianura padana. Ma di questo parlerò un’altra volta, quando ci passeremo una giornata intera.

Annunci

»

  1. Mi sono ricordato così tanto della mia infanzia, quando abbiamo raccolto le carote nel giardino di casa mia!
    Grazie Marika!

  2. Consolati, ho visto crescere qui intorno casa delle piantine che per me dovevano essere orzo (nella bassa bergamasca ci sono diverse industrie di birra), poi parlando con un contadino mi dice che è grano, ora sta imbiondendo, è proprio grano, non c’ero abituato a vederlo qui 😉

  3. Le pianto nel mio orto tutti gli anni ma difficilmente ne vedo una, tra istrice e talpe, mi accontento di quelle selvatiche con gusto diverso ma ottimo profumo, anche quelle poche,,, perché piacciono ai cinghiali. Bella la foto, belle da vedere, sembra un campo immenso di piume verdi. Buonanotte<3 Manuela

  4. Mi hai fatto ricordare un campo di fiorellini bianchi notati da un paio di donne durante un’escursione da Fidenza a Tabiano attraverso campi e boschi, loro a chiedersi che fiori potessero essere..e io prontamente:”fiori di patata” non li conoscevano..a me è uscita spontanea

  5. Ho aperto la posta e che mi trovo davanti? Questa distesa immensa, di foglioline talmente leggere, che al primo alito di vento ondeggia. Bellissima!
    Quanto hai ragione sulla vita frenetica che facciamo, ci stiamo veramente perdendo tanto. A me ultimamente mi capita di incantarmi mentre osservo il mio giardino, soprattutto appena alzata. Di questo periodo c’è lo sbocciare delle fioriture, ma quello che mi colpisce di più sono le decine di sfumature di verde!
    Grazie per aver condiviso questa tua riflessione. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...