Giulietta e Romeo

Standard

Per farsi “perdonare” della serata romantica passata a guardare la Juventus…la sera prima del mio compleanno, Mauro mi ha portata il giorno dopo a visitare i castelli di Romeo e di Giulietta, a Montecchio Maggiore in provincia di Vicenza, che in realtà furono due rocche scaligere.

Che il sito dove sorgono gli attuali castelli sia stato sfruttato come punto di osservazione militare con una certa continuità nelle varie epoche storiche, lo attesterebbe anche il nome di “Bellaguardia” riferito al castello del Costo (o di Giulietta), tipica voce di origine longobarda o germanica, che farebbe pensare alla presenza sulla sommità del colle di una fortificazione anche durante l’età longobarda e franca.

Il Castello della Bellaguardia (detto anche del Costo o “di Giulietta”) è posto sulla sommità del colle a 254 metri s.l.m., ha pianta allungata, ma con una rientranza sul lato lungo esposto a nord-ovest, in cui si trova l’ingresso, in una posizione tale da renderne più semplice la difesa: tale porta, ora dotata di una moderna cancellata in ferro, era chiusa originariamente dalla tipica saracinesca a rastrello, che scendeva verticalmente, e da un portone a battenti. All’interno delle mura, a protezione dell’ingresso, si erge la bella torre maggiore (il mastio) in mattoni, alta circa 20 metri, posta su una base quadrata a tronco piramidale costruita in blocchi di pietra lavorata. Nel punto centrale del cortile si trova un pozzo-cisterna.

Il Castello della Villa (o “di Romeo”) si colloca a 234 metri s.l.m.., a circa trecento metri di distanza dall’altra rocca. Presenta una pianta articolata e un po’ irregolare, a causa del necessario adattamento alla naturale conformazione del terreno, prossimo allo strapiombo roccioso. L’ingresso, posto sul lato sud, era ben protetto dalla torre d’angolo. Il mastio, simile a quello dell’altro castello, si colloca al vertice di nord-ovest, il suo ingresso è posto alcuni metri più in alto rispetto al livello del suolo sottostante, ora al mastio si accede tramite una gradinata realizzata durante i lavori di restauro.

CASTELLO DI ROMEO ( Castello della Villa)

castello romeo

CASTELLO DI GIULIETTA (Castello della Bellaguardia)

castello giulietta

Non per sfatare un mito, ma in realtà tutta la storia dei due sfortunati amanti è una leggenda. Anche se quella dei Montecchi   è stata una delle principali famiglie ghibelline veronesi, citata da Dante nella Divina Commedia  nel purgatorio, ma furono resi famosi soprattutto grazie alla tragedia Romeo e Giulietta di Shakespeare.

Shakespeare si ispirò presumibilmente, attraverso le versioni e traduzioni di autori successivi, alla precedente novella scritta dal letterato vicentino Luigi da Porto (composta nel 1524 e pubblicata nel 1530 circa): “Historia novellamente ritrovata di due nobili amanti”.

I Cappelletti erano cavalleggeri al servizio della Repubblica di Venezia, e il nome Cappelletti fu storpiato in Capuleti per la trasposizione in italiano del termine Capulet presente nella tragedia shakespeariana.

Dante li nomina nel VI canto del Purgatorio,  però non come mercenari, ma come Guelfi di Cremona che combattevano aspramente ormai da tempo contro i Montecchi di Verona.

Oltre che per la romantica leggenda, i castelli sono un importante monumento storico: la loro costruzione è datata alla seconda metà del ‘300, e avvenuta per volontà di Antonio della Scala, Signore di Verona; tuttavia, sembra che qui sorgesse già precedentemente, sin dall’anno mille, un maniero fortificato.

Insomma anche se la realtà vuole farci credere che non sia mai esistita la storia di Giulietta e Romeo, andare in quei luoghi sembra invece che tutto sia realmente accaduto, non c’era nessuno, solo un gran silenzio e molti alberi. Sembrava di sentire gli zoccoli del cavallo di Romeo correre sulla strada per raggiungere il castello di Giulietta.

Sì, nel castello di Giulietta hanno costruito, sulle mura, un improbabile balcone per rendere la storia veritiera, ma sembra proprio di vederla affacciata ad aspettare il suo Romeo, con la balia dietro a vigilare.

balcone gilietta

panorama dal castello di Romeo

panorama romeo

e da quello di Giulietta – (Montecchio Maggiore)

panorama giulietta

Castello di Romeo visto da quello di Giulietta

romeo visto da giulietta

Torre del castello di Giulietta e quella di Romeo

torre giulietta   torre romeo

Mauromeo entra nel castello di Giulietta…

ma entra castello

…e Marika/Giulietta sempre in attesa

giulietta

E’ un luogo veramente da visitare, vi sentirete trasportati indietro nel tempo e vi sembrerà di vedere apparire dame e cavalieri nei loro splendidi vestiti.

E così, tornando verso casa, ci siamo rilassati nel vedere questi castelli che la leggenda ha voluto rendere veritieri, pensando anche che per fortuna viviamo in un altro secolo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...