La nostra prima vera escursione

Standard

Siamo andati in vacanza in montagna convinti di fare qualche giretto o sostare sotto ad un pino a leggere un libro. Invece, in val Venosta, abbiamo cominciato a fare un giro alle sorgenti dell’Adige, poi a spasso in macchina, ma un giorno il nostro albergatore Robert ci ha proposto di andare con lui ed altri ospiti a fare un’escursione. Ma veramente non siamo allenati, poi io ce la farò? Poi ..poi….nulla, Robert mi ha dato fiducia e siamo partiti. Siamo arrivati in auto fino a Prato dello Stelvio, un paese della Val Trafoi e, lasciate le macchine, abbiamo proseguito a piedi, fino ad un certo punto tutti insieme, poi Robert, generosamente, ha detto a noi due di proseguire su un sentiero che è una vecchia strada militare e quindi facile e larga e loro su per un sentierino che si inerpicava tra il bosco. Ci troviamo al rifugio Forcola, va bene, Robert, ma quanto ci vuole? Ma circa due ore…sì le sue, lui che è abituato….va bene, partiamo e prima vediamo un recinto con dei cervi, raccolti feriti, curati e poi rimessi in libertà, bella la femmina che fa capolino dietro ad un albero.

cervi (foto di Robert S.)

e naturalmente sul sentiero incontriamo le mucche,

mucche su sentiero

ma anche un bellissimo panorama sulla valle

val venosta

quando arriviamo al rifugio Forcola (m. 2153) troviamo comodamente seduti gli altri partecipanti all’escursione, i quali, gentilmente, ci dicono di essere lì da cinque minuti….

rif forcola

da sinistra Mauro, due giovani ospiti, il nostro albergatore Robert e altri due ospiti. Dopo aver bevuto un the loro hanno proseguito per un giro alle malghe e noi siamo rimasti lì, avevamo fatto già abbastanza, e ci saremmo ritrovati poi giù dove eravamo partiti. Ma dopo aver ammirato il panorama cosa si fa? Si mangia naturalmente….lui ha preso wursteln e patatine fritte (ahi..ahi) ed io, ligia agli insegnamenti di Robert, invece un’insalata mista con i canederli, buonissima.

insalata e canederli

Poi dopo aver sostato ancora in vista dell’Ortles e del suo ghiacciaio, sempre meraviglioso, da qualunque parte lo si guardi…

bella la luce sul ghiacciaio

ortles

gruppo ortles

abbiamo preso con calma la via del ritorno e stavolta veramente siamo arrivati insieme.

(le mie foto sono azzurrate perchè ho sbagliato qualcosa ma…si vedono lo stesso)

Da qui in poi, queste foto sono state fatte e gentilmente concesse da Robert Sagmeister dell’hotel Greif di Malles.

partenza di gruppo

partenza

panorama

panorama

cascatella tra i rododendri

cascatella

le caprette di Heidi

capre

indicazioni stradali

indicazioni stradali

temerari in bicicletta

in bici

e loro a piedi

ospiti a piedi

bellissima composizione (naturale) di  fiorellini rosa, tra rametti grigi con i licheni.

fiori rosaq

in montagna chi si incontra, si saluta sempre…….fate ciao

fate ciao

sarà piccola, con dei bellissimi disegni e colori…ma è pur sempre una vipera … pronta all’attacco

vipera

no, me ne vado, siete in troppi….

vipera2

ed infine il gruppo si ricompone, per tornare in albergo per la cena.

gruppo

Bellissima giornata, bellissima escursione, bellissima compagnia, grazie a tutti.

 

 

 

 

 

 

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...