Gramigna con cipolla

Standard

Va bene, so che la gramigna, un tipo di pasta corta, in Emilia si mangia con salsiccia e piselli, ma non avendo la salsiccia, mi sono inventata un altro condimento.

Mauro l’ha chiamata gramigna in saor, tipo sarde in saor, va bè si avvicina solo per le cipolle…. Infatti, visto che a noi piacciono molto sia cipolle che aglio, allora oggi vai di questi ingredienti.

Ingredienti:

  • una cipolla dorata un po’ grossa
  • quattro spicchi di aglio, io uso quello di Voghiera (Fe), molto delicato
  • olio di oliva
  • cinque pezzetti di formaggio sott’olio (messo da me)
  • pasta gramigna (per due ho fatto 120 gr)

Mentre l’acqua bolle, ho preparato nella pentola olio e aglio, quando questi è colorito ho aggiunto la cipolla tagliata a fettine sottili, poi il formaggio e ho lasciato dorare il tutto, poi ho spento. Ho cotto la pasta e poi l’ho messa nella pentola a insaporire con il condimento. Finito e mangiato tutto.

gramigna e cipolla

Dopo abbiamo mangiato l’insalata di radicchio e porri (ricetta pubblicata) e così, per oggi, ci siamo tolti la voglia di cipolle & c.

Poi un buon caffè d’orzo che mette a posto tutto.

L’orzo solubile (chiamato anche semplicemente orzo) è un surrogato del caffè senza caffeina, derivato appunto dall’orzo tostato. Viene popolarmente chiamato “caffè d’orzo”, ma l’appellativo è scientificamente scorretto in quanto il caffè deriva da una pianta completamente diversa.

Fu ampiamente usato in passato quando non per tutti era economicamente accessibile il caffè, e in particolar modo quando questo divenne sempre più raro tra il 1936 ed il 1945 a causa dell’embargo imposto dalla Società delle Nazioni in seguito alla Guerra d’Etiopia.

Almeno nella versione italiana, esso ha colore molto simile al caffè di cui è surrogato; a seconda del tipo di lavorazione della polvere può essere semplicemente sciolto in acqua calda, preparato con la moka o come un caffè turco.

Non essendoci oggi la necessità di usufruire di un caffè surrogato, la principale attrattiva di questa bevanda è il fatto che non contiene caffeina, per cui può essere consumata anche da chi ha bisogno di limitare l’assunzione di questa sostanza, mantenendo la vaga impressione di bere del caffè vero e proprio. Il cereale possiede inoltre alcune caratteristiche salutari: svolge ad esempio una funzione antinfiammatoria.

Quando l’orzo viene preparato per infusione  si ottiene una bevanda dal colore più simile al che al caffè. Questa bevanda è conosciuta fin dall’antichità, tanto che viene chiamata la “tisana d’Ippocrate“, che lodò le proprietà di questo cereale.

In Giappone quest’infuso è chiamato mugicha (麦茶), e generalmente è consumata in tutto l’estremo oriente, soprattutto in Corea.

(Wiki)

 

 

Annunci

»

  1. Cara Marika vedo che ti inventi le ricettine ,buona la gramigna,io la faccio con i piselli e la maggiorana fresca e naturalmente le mie cipolle che tu conosci bene.Vi abbraccio e a presto.
    Gio’

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...