Ed uscimmo a riveder le stelle…….

” E quindi uscimmo a riveder le stelle (Inferno XXXIV, 139), è l’ultimo verso dell’Inferno della Divina Commedia di Dante Alighieri. Dopo aver faticosamente attraversato la natural burella ( La natural burella è una galleria sotterranea descritta lunga come una tomba, che Dante e Virgilio, dopo essersi staccati da Lucifero, percorrono per arrivare all’uscita dell’Inferno ) che collega l’Inferno alla spiaggia dell’Antipurgatorio, Dante e Virgilio alla fine contemplano lo stellato cielo notturno dell’altro emisfero: è un presagio del nuovo cammino di luce e di speranza dopo le tenebre precedenti, “come pura felicità dello sguardo”.

Ecco questo ho pensato quando stamattina per la prima volta dal 29/12/15, sono uscita di casa, la mia influenza tramutatasi in bronchite asmatica non mi dà pace, ma questi versi di Dante sono perfetti per me. Usciamo dall’inferno dei brutti pensieri, delle inquietudini, di tutto quello che volenti o nolenti bisogna accettare per andare avanti e accogliamo il presagio del nuovo cammino di luce e di speranza.

 

6 pensieri su “Ed uscimmo a riveder le stelle…….

  1. Bellissimo! Grazie Marika per essere come siette voi! Felicce 2016, dal mio cuore!!! Miriam

  2. Mai dimenticare che le stelle son sempre li, sono solo i nostri tragitti ad allontanarne la vista. Ti auguro una rapida guarigione.

  3. Io per farlo invece dovrei stare un po ‘ per i fatti miei ,in un posto mai visto ,sapessi che bisogno che ne ho !!!Ciao Marika ,ben ritrovata ☺

I commenti sono chiusi.