Carciofi a modo mio

Standard

CARCIOFO

La pianta chiamata Cynara era già conosciuta dai greci e dai romani, ma sicuramente si trattava di selvatico. 

Nel secolo XV il carciofo era già consumato in Italia. Venuto dalla Sicilia, appare in Toscana verso il 1466.

La tradizione dice che fu introdotto in Francia da Caterina de’ Medici, la quale gustava volentieri i cuori di carciofo. Sarebbe stata costei che lo portò dall’Italia alla Francia quando si sposò con il re Enrico II di Francia. Luigi XIV era pure un gran consumatore di carciofi. Gli olandesi introdussero i carciofi in Inghilterra: abbiamo notizie che nel 1530 venivano coltivati nel Newhall nell’orto di Enrico VIII. I colonizzatori spagnoli e francesi dell’America introdussero il carciofo in questo continente nel secolo XVIII, rispettivamente in California e in Louisiana.

L’Italia detiene il primato mondiale nella produzione di questo ortaggio (pari a circa il 30%). Le zone di maggiore produzione sono la Sicilia (Piana di Gela e Piana di Catania), Sardegna e Puglia.

Dopo l’acqua, il componente principale dei carciofi sono i carboidrati, i minerali principali sono il sodio, il potassio, il fosforo e il calcio, e tra le vitamine prevale la presenza di B1, B3, e piccole quantità di vitamina C. Il basso contenuto calorico del carciofo fa sì che sia specialmente indicato nelle diete dimagranti.

E stasera avendo due bellissimi carciofi ho provato a cucinarli a modo mio,

Ingredienti:

  • due carciofi senza spine
  •  carota cipolla
  •  pangrattato
  • quattro alici
  • due spicchi di aglio
  • sale profumato

Dopo aver pulito i carciofi ed aver messo da parte le foglie esterne e i gambi per altre preparazioni, li ho aperti ed ho inserito dentro le carote e la cipolla tritati fine, salati, e messi a testa in giù in una pentola con un poco di acqua. Ho chiuso il coperchio della pentola a pressione e li ho fatti cuocere per circa 15 minuti.

Intnto ho messo in un padellino le alici sott’olio e parte dell’olio del vasetto, l’aglio e quando le alici si sono disfatte ho aggiunto il pangrattato a rosolare.

pangrattato per carciofi

Poi ho tolto i carciofi dalla pentola e ho messo questo misto di alici e pangrattato sopra ai carciofi stessi.

carciofi con pangrattato

Devo dire che si è sparso un buon profumo e il gusto era ottimo. Esperimento riuscito.

 

Annunci

»

  1. I carciofi sono sempre una bontà. Persino Pablo Neruda scrisse un’ode a lui dedicato:

    Ode al carciofo
    Il carciofo dal tenero cuore si vestì da guerriero,
    ispida edificò una piccola cupola,
    si mantenne all’asciutto sotto le sue squame,
    vicino a lui i vegetali impazziti si arricciarono,
    divennero viticci,
    infiorescenze commoventi rizomi;
    sotterranea dormì la carota dai baffi rossi,
    la vigna inaridì i suoi rami dai quali sale il vino,
    la verza si mise a provar gonne,
    l’origano a profumare il mondo,
    e il dolce carciofo lì nell’orto vestito da guerriero,
    brunito come bomba a mano,
    orgoglioso, e un bel giorno, a ranghi serrati,
    in grandi canestri di vimini,
    marciò verso il mercato a realizzare il suo sogno:
    la milizia.
    Nei filari mai fu così marziale come al mercato,
    gli uomini in mezzo ai legumi coi bianchi spolverini erano i generali dei carciofi,
    file compatte,
    voci di comando e la detonazione di una cassetta che cade,
    ma allora arriva Maria col suo paniere,
    sceglie un carciofo, non lo teme, lo esamina,
    l’osserva contro luce come se fosse un uovo,
    lo compra,
    lo confonde nella sua borsa con un paio di scarpe,
    con un cavolo e una bottiglia di aceto finché,
    entrando in cucina,
    lo tuffa nella pentola.
    Così finisce in pace la carriera del vegetale armato che si chiama
    carciofo,
    poi squama per squama spogliamo la delizia e mangiamo la pacifica
    pasta
    del suo cuore verde.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...