Cambio stagione

Ecco, questo è il terzo articolo del post

https://lastufaeconomica.wordpress.com/2020/03/23/che-si-fa/

Cambio stagione, sì, le stagioni sono cambiate, ieri caldo, oggi primi giorni di primavera…freddo polare.

Ma non è di questo che voglio dire, intendo il famigerato cambio di stagione negli armadi, giù l’invernale, fuori l’estivo e viceversa. Siccome le stagioni sono cambiate e non ci sono più le “mezze stagioni” (ricordate i tailleur e i soprabiti?) occorre cambiare anche l’impostazione del vestiario negli armadi.

Risultato immagini per armadio cartoon

Noi donne usiamo molto di più i pantaloni che le gonne, i tessuti sono più leggeri e le taglie si sono ridotte (non siamo noi ad ingrassare, sono le aziende che usano meno stoffa per risparmiare…) quindi il tutto occupa meno spazio. L’importante è , soprattutto, voler eliminare quel vestiario che dorme nell’ armadio da tempo e che mai si metterà. Allora tiriamo fuori tutto, ma tutto, prendiamo anche quello che è su una sedia, su un attaccapanni, vuotiamo le scatole e mettiamo tutto sul letto in modo da avere sott’occhio tutto il guardaroba. Tutto vuol dire ogni capo estivo o invernale.La prima sorpresa sarà : ma io ho tutta questa roba?

E allora via, prendiamo un capo per volta, esaminiamolo, se è da molto che è nell’armadio vuol dire che non si mette mai, se è diventato piccolo….dai mi metto a dieta, no; se è proprio fuori moda,….. ah questo l’avevo per il battesimo di Luca, che magari si è appena laureato….non ci dobbiamo dire questo mi potrà servire ancora o lo uso “per casa”. . Questo l’ho pagato molto e questo l’ho usato in un’occasione speciale, ma se non mi va più bene? Allora via…..Non dobbiamo avere remore, ripensamenti, mettiamoli in un sacco da donare alla Charitas o a chi ne ha bisogno.

Teniamo solo quello che ci piace, che ci sta bene e che ci fa stare bene.

 In questo modo si avrà più spazio nell’armadio e tutto il resto ci starà comodamente, e noi saremo più contente.

Risultato immagini per armadio in disordine

Una causa di un armadio in disordine deriva dall’appendere gli abiti in modo sbagliato. Bisogna mettere uno accanto all’altro quelli che appartengono alla stessa categoria, pantaloni con pantaloni, gonne, giacche, camicette ed appenderli tutti assieme. Questo è già il primo passo per eliminare la separazione estate/inverno.  Vanno appesi salendo verso destra, perchè? Perchè le linee con un senso crescente verso destra sono più gradevoli per i nostri sensi.

Per quanto riguarda le maglie, stesso discorso.  Io preferisco appenderle, in modo da vedere subito quale tipo sia, prima le invernali e poi le estive. Se in casa, in inverno, abbiamo una buona temperatura possiamo usare una maglietta di cotone e allora dove la trovo? In quale scatola?

Categoria giacche? Prima quelle pesanti, invernali, poi quelle estive. Pantaloni idem e così via. Avremo tutto diviso per categoria e tutto sotto mano, in questo caso se le giornate sono fredde, anche in primavera, potremo usare una giacca più pesante oppure l’incontrario. Non avendo più le stagioni “come una volta” ecco che potremo gestire meglio il nostro abbigliamento.

Quante volte abbiamo detto che ci sarebbe servita una giacca più pesante, magari andiamo a comperarla, dimenticandoci che nella scatola dell’inverno c’è già. Invece ora avendola sott’occhio è molto più comodo. Lo stesso vale per i pantaloni, camicette, maglie ecc. Allora sempre partendo da sinistra appenderemo prima i cappotti, le giacche, gli abiti, i pantaloni le gonne e le camicette. Sempre tenendo presente che prima vanno gli indumenti più pesanti e poi quelli leggeri. Naturalmente in ogni categoria ci sarà vestiario  prima pesante e poi leggero. Avendo tutto insieme vediamo subito quello che ci va ancora bene oppure no.

Ed ecco, miracolosamente, eliminato il “cambio stagione”

Donna Moderna - LUCREZIA ha nostalgia dei bei tempi... | Facebook

CURIOSITA : incaricata da eBay.it (primo sito di e-commerce in Italia), l’azienda Added Value è andata a curiosare proprio negli armadi degli italiani. L’indagine ha rivelato che oltre 35 milioni di italiani non utilizzano più circa il 20% del proprio guardaroba. Perché questi vestiti non vengono utilizzati?

La prima motivazione  è che i capi in questione hanno stufato o non piacciono più; poi il motivo è che la taglia non è più la stessa; segue l’averne comprati di nuovi o l’essere fuori moda. Per  altri “semplicemente” non si è presentata l’occasione di indossarli, mentre altri dichiarano di essersi proprio dimenticato di avere quei vestiti nell’armadio.

E noi ci abbiamo mai pensato? E mai pensato che tanto vestiario che non si usa più tiene tanto posto nell’armadio e che invece potrebbe servire a chi magari non ha neppure l’armadio?

Risultato immagini per armadio cartoon

5 pensieri su “Cambio stagione

  1. 12 anni fa periodo di trasloco per me ,quanti suggerimenti mi hai dato 😊 ottimi come questi 👍

  2. Un post pieno di suggerimenti utili, davvero molto ben scritto. 👏 spero di riuscire a mettere in pratica tutto quanto hai scritto, visto che quando arriva il momento di fare il cambio di stagione po’, vado un po’ nel pallone. 🙂

    1. Vedrai che con calma sarà meno difficile di quanto pensi. Io ho adottato questo sistema e mi trovo molto bene. Ho più spazio nell’armadio, non ricordo i capi eliminati, non ho lo stress del cambio stagione in quanto non lo faccio più.
      Fammi sapere, ciao

  3. Ho iniziato questa mattina il cambio di stagione e devo dire che i primi risultati si vedono. Certo, c’è ancora molto da fare, ma credo che un po’ per giorno riuscirò a rendere il mio armadio meno caotico e più ordinato. Grazie grazie grazie per gli ottimi consigli (me li sono persino scritti su un quadernetto, così non dimentico niente 😉).

I commenti sono chiusi.