Archivi categoria: Lievitati

PANE DELLA MEZZ’ORA (circa)

Sì, perchè quando si ha fretta e manca il pane, questo è veramente veloce e buono come l’altro.

E’ una ricetta che mi è stata richiesta dalle mie amiche di Visual Food, con le quali ho partecipato all’ultimo incontro, naturalmente si finisce sempre  per parlare di “cibo” ed anche di Bimby, perchè questa ricetta è realizzata appunto con il Bimby.

002

INGREDIENTI:

  • 400 gr di farina O (io ho usato quella integrale)
  • 100 gr di acqua
  • 100 gr di latte
  • 20 gr di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiaini di sale
  • 20 gr di burro morbido

Inserire nel boccale 50 gr di acqua e il lievito, per 5 secondi vel. 2, aggiungere il latte, lo zucchero,il burro e 200 gr di farina, 20 sec. vel 6; aggiungere gli altri 200 gr di farina e altri 50 gr di acqua, il sale, 20 sec. vel 6 + 1 minuto e 30 vel spiga.

Togliere l’impasto dal boccale e preparare le forme che si vuole, o panini, o un ovale da mettere sulla teglia del forno.001

Accendere il forno a 250° per due minuti e spegnere subito, in modo da formare una camera di lievitazione.

Mettere il pane nel forno (spento) a lievitare per circa 20 minuti, poi quando è lievitato, SENZA TOGLIERE IL PANE DAL FORNO, accendere a 200° e cuocere per circa 30 min.

E’ ottimo anche come pane cassetta, inserendolo in uno stampo da plumcake.

PROCEDIMENTO PER  ESEGUIRLO A MANO:

In una ciotola, versare 50 gr di acqua e il lievito, poi unire il latte, lo zucchero, il burro e 200 gr di farina, poco alla volta mescolando bene. Quando sarà ben amalgamato aggiungere altri  200 gr di farina e la restante acqua, lavorarlo in modo da ottenere un impasto morbido, ma non appiccicoso.

Rovesciarlo sul tagliere e lavoralo, battendolo, per sviluppare il glutine, rendendolo più elastico. Naturalmente non occorre battere la pasta se la si lavora con farina priva di glutine. Quando è una bella palla uniforme, tagliarla per fare dei panini o solo uno o due filoni.

Accendere il forno a 250° per due minuti e spegnere subito, in modo da formare una camera di lievitazione, mettere il pane nel forno (spento) a lievitare per circa 20 minuti, poi quando è lievitato, SENZA TOGLIERE IL PANE DAL FORNO, accendere a 200° e cuocere per circa 30 min.

 

 

QUANTI MODI DI FARE E RIFARE I SOCKERBULLAR

cioè i Bomboloni al forno di Barbara del blog “My Italian smorgasbord”.

Sì, perchè oggi siamo nella sua cucina, un salto all’estero, in Svezia per preparare insieme questi dolci tradizionali.

Diciamo che i suoi sono perfetti, i miei sono i fratelli maggiori dei miei primi “baci di dama” del mese scorso…..

Forse ho sbagliato la chiusura dei dolci, però  vorrei che si potesse sentirne il sapore, veramente buono, diverso dai nostri, non solo perchè sono al forno anzichè fritti, ma la doppia lievitazione ed il burro li rendono molto particolari.

005

INGREDIENTI: (ho usato circa metà delle dosi della sua ricetta originale ed ho preparato una crema alle mandorle)

per il preimpasto:

  • 250 gr di latte
  • 40 gr di lievito di birra
  • 15 gr di zucchero semolato
  • 300 gr di farina 00

Nella planetaria ho sciolto il lievito con il latte tiepido e lo zucchero, ho aggiunto la farina e ho impastato a bassa velocità per circa cinque minuti. Ho coperto la ciotola con della pellicola e l’ho messa a lievitare per 45 minuti.

crema alle mandorle e cioccolato: (preparata con il Bimby, ma facilmente si può fare anche a mano)

  • 100 gr di zucchero
  • 60 gr di mandorle
  • 100 gr di cioccolato fondente a pezzetti
  • 10 gr di latte
  • 70 gr di burro

Mettere nel boccale lo zucchero e le mandorle, polverizzare 20 sec vel 10.

Unire il cioccolato, tritare 20 sec. vel 8. Aggiungere latte e burro, 6 min. 50°

vel 3, versare in un vasetto e conservare in frigo.

impasto finale:

  • tutto il preimpasto
  • 100 gr di burro
  • 75 gr di zucchero semolato
  • 20 gr di zucchero vanigliato
  • tuorli d’uovo, due grandi e uno piccolo
  • 300 gr di farina 00

Ho preriscaldato il forno a 220°.

Nella planetaria ho aggiunto al preimpasto tutti gli ingredienti, meno il burro, ho impastato a bassa velocità per circa 5 minuti, poi ho unito a pezzetti il burro e ho impastato altri 10 min. a velocità media.

Ho lasciato lievitare in una ciotola unta con un poco di olio per 30 minuti, dopo di che ho messo l’impasto sul tagliere e l’ho diviso in quattro pezzi, ho preso un pezzo e l’ho diviso in panetti da circa 60 gr l’uno.

E’ subentrato Mauro per stendere con il matterello (senza sgonfiare l’impasto) ogni panetto, poi ho messo un cucchiaino di crema al cioccolato nel mezzo e poi…..”si deve chiudere bene e arrotondare il bordo, no, bisogna metterne un altro sopra, così diventa rotondo e si può chiudere, ma no, la ricetta dice……FACCIO IO…..” al che ho dovuto lasciar fare, quindi ha steso un panetto, ho messo la crema, poi sopra ha messo un altro panetto steso, quindi ogni bombolone ha due panetti. (scusa sai Barbara, ma è un altro modo di farli!!!).

Ho allineato i bomboloni sulla teglia del forno, ma ho fatto due infornate, perchè li ho distanziati e ho cotto 5 minuti a 220° e altri 5 minuti a 200°. Poi, estratti dal forno, li ho pennellati con burro fuso e zucchero semolato.

Ne sono venuti ventuno, a fine serata ne erano rimasti …dieci, gli amici hanno gradito!

Grazie a Barbara dell’ospitalità e a Anna e Ornella, ideatrici di “Quanti modi di fare e rifare”.

 

SERENO ANNO NUOVO E ” GNOCCO SILVESTRO”

015

SERENO ANNO NUOVO A TUTTI

a tutti quelli che mi vogliono bene e magari non lo so,

a tutti quelli a cui io voglio bene  e magari non lo sanno,

ai nuovi amici con i quali condivido la passione per i blog,

alle persone che hanno fatto un pezzo di strada con me e poi mi hanno lasciata, con o senza un perchè.

a tutti quelli che hanno bisogno di un augurio e a quelli che se ne credono immuni ,

basta così, oggi sono troppo buona e quindi MI faccio un augurio:

va bene tutto, ma che riesca a fare quello che mi pare. (posso sognare o no?).

“GNOCCO SILVESTRO”

perchè “Gnocco Silvestro”? Perchè l’ho preparato per il cenone di Capodanno e

??????????

alla mia amica Sandra  è piaciuto tanto e ne  ha scelto il nome…….

INGREDIENTI:

  • 500 gr farina O
  • 250 gr di acqua tiepida
  • 25 gr di lievito di birra (in panetto)
  • 2 cucchiaini di sale
  • 1 pizzico di zucchero
  • 25 gr di olio

Mescolare in una ciotola il lievito, lo zucchero, l’olio  con l’acqua.

Aggiungere a poco a poco la farina e il sale,  mescolare bene, in modo da ottenere una pasta consistente da stendere sul tagliere e tirare con il mattarello della forma della teglia del forno. Fare qualche incisione a graticola e volendo, cospargerla di sale grosso (io ho usato la mia salamoia bolognese)

Accendere il forno a 200° per qualche minuto, poi dopo aver appoggiato la pasta sulla teglia, metterla in forno spento a lievitare.

Quando avrà circa raddoppiato il volume, senza toglierla, accendere il forno a 200° per circa 25 min.

Si può servire con affettati vari, con formaggio fresco o, ed è il massimo, con la mortadella.

AUGURI    AUGURI    AUGURI   AUGURI

cactus