Archivi categoria: torte salate

Ciambella salata zucchine e ricotta

Chissà perchè si va a periodi, in cucina poi,  io credo che non solo l’estro del momento, ma anche ciò che si ha in casa determinino quello che si prepara.

Ora per me è il tempo delle torte salate e del pane, mi piace tanto mettere “le mani in pasta” usando diverse farine, provare (sperimentare è una parola troppo grossa , la lascio agli “chef”) vari tipi. Non uso più da anni le farine raffinate, tipo zero o doppio zero, ma la uno/due, di farro, ecc. Sono più complete, più digeribili e mi piace il colore che danno alle preparazioni.

Oggi ho preparato una ciambella salata soffice con zucchine e ricotta. Il bello di queste torte salate o ciambelle è che gli ingredienti possono variare, a seconda della stagione oppure sono dei comodissimi svuotafrigo. Sono molto valide per una cena o un antipasto o una merenda, Da portare ai futuri pic-nic (speriamo presto).

Gli ingredienti per questa ciambella (buonissima) sono:

  • 4 uova
  • 1 cucchiaio di parmigiano grattugiato
  • 2 cucchiaini di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 100 gr di olio di semi di girasole
  • 80 di fecola
  • 250 gr di ricotta
  • 200 gr di farina
  • 1 bustina di lievito istantaneo
  • 300 gr di zucchine
  • 150 gr di pancetta dolce
  • olio e sale q.b.

Facciamo rosolare la pancetta in un poco di olio, intanto tagliamo a dadini le zucchine, che uniremo in padella con un poco di sale. Lasciamo cuocere per circa 6/7 minuti con il coperchio, mescolando, quindi spegniamo il fuoco.

Per l’impasto della ciambella, rompiamo le uova in una ciotola, aggiungiamo il formaggio grattugiato, sale, zucchero e iniziamo a mescolare. Versiamo l’olio e la fecola, la ricotta e il lievito istantaneo. Aggiungiamo la farina un poco per volta, poi le zucchine e la pancetta e mescoliamo bene.

Versiamo l’impasto in uno stampo a ciambella e inforniamo a 165° forno ventilato per circa 40/50 minuti.

Tagliata a metà, alla sera è sparita e l’altra metà in congelatore per una merenda futura.

(ricetta ovviamente presa da “fatto in casa da Benedetta”)

 

 

 

 

 

 

 

 

Il gnocco

Il gnocco cotto al forno, tipico della cucina modenese, è  una specie di focaccia che si mangia come merenda o come spuntino, sia da solo che farcito con prosciutto e altri simili salumi.

Ci sono varie ricette e vari modi di chiamarlo, ma quello modenese è rigorosamente maschile – Il gnocco – Su preghiera del marito, dai quando lo fai? Oggi mi sono cimentata. Avendone fatta solo una teglia non è venuto molto alto, dividerò il prossimo in due teglie, così da farlo crescere meglio.

INGREDIENTI:

  •  6 etti di farina per pizza o focacce
  •  1 cubetto di lievito di birra (25 Gr)
  • 1 etto lardo macinato
  • 1 cucchiaio di olio
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 pizzico di sale
  • 350 ml di acqua naturale
  • parmigiano reggiano grattugiato

In una ciotola mettere acqua, olio, zucchero, lievito, mescolare bene poi aggiungere la farina e il sale. Continuare ad impastare fino ad avere un panetto, da mettere sul tagliere per impastarlo ancora e tirarlo ad uno spessore di 0.5 cm.

Spalmare quindi l’impasto con il lardo ed abbondante parmigiano reggiano grattugiato.

Piegare la sfoglia a metà ed ancora a metà, unire le punte verso il centro, capovolgere il panetto e tirarlo della grandezza della teglia scelta. Con questa quantità possono venire anche due teglie medie.

Praticare dei tagli con il coltello, fare cioè dei quadrati e punzecchiarlo con la forchetta.

Mettere la teglia o teglie a lievitare  nel forno spento, ma con la lucina accesa, per circa due ore, poi accendere il forno ventilato a 180° per circa mezz’ora.

Tolto dal forno metterlo in verticale per levargli l’umidità. Poi gustarlo con salumi o formaggi, è particolarmente buono.

 

Accompagnandolo con un buon bicchiere di lambrusco….buona merenda.

Focaccia ripiena

Questa è una ricetta di “Fatto in casa da Benedetta”,  quella simpatica signora che cucina come una di noi, semplice ma con tanta inventiva, senza tante aggiunte strane, che ha un seguito di milioni  di persone e vedendo i suoi video capisci perchè. Il bello è che poi alla fine lei assaggia tutto quello che fa.

Ho voluto provare questa focaccia perchè, intanto non è cotta al forno e quando fa caldo è molto comoda, poi si può farcire con quello che si ha in casa, cioè è una specie di svuotafrigo.

https://www.fattoincasadabenedetta.it/

INGREDIENTI:

  • 400 gr di farina 1
  • 250 ml di acqua
  • 3 cucchiai di olio extra vergine di oliva 
  • 1 cucchiaino di sale
  • 1 bustina di lievito istantaneo per torte salate (oppure un cucchiaino di bicarbonato)

RIPIENO:

  • 350 grdi spinaci cotti al vapore
  • 200 gr di ricotta
  • noce moscata
  • sale
  • aglio

In una ciotola uniamo la farina, la bustina di lievito istantaneo per torte salate, il sale e mescoliamo .

Versiamo l’acqua e i cucchiai di olio extra vergine di oliva, mescoliamo e iniziamo a lavorare l’impasto  sul piano di lavoro, fino a formare un panetto liscio e omogeneo. Aiutiamoci con altra farina se necessario a lavorare l’impasto.

Lasciamo riposare il nostro panetto per circa 10 – 15 minuti. Nel frattempo ripassiamo in padella gli spinaci con olio e aglio e volendo del peperoncino.

Dividiamo a metà il nostro panetto e stendiamolo, con un mattarello, fino ad ottenere due sfoglie rotonde, del diametro della nostra padella. Controllate bene il diametro della padella, perchè io ho fatto l’errore di non controllare ed infatti la mia focaccia era più grande della padella stessa, quindi mettendola dentro ho dovuto fare dei bordi.

Prendiamo una della due basi rotonde e iniziamo a preparare la nostra focaccia farcita. Aggiungiamo prima uno strato di spinaci, poi la ricotta ed infine ancora gli spinaci, mettiamo della noce moscata e un poco di sale.

Chiudiamo con la seconda sfoglia rotonda e sigilliamo bene i bordi, in modo che la focaccia non si apra in cottura. Mettiamo la padella antiaderente a scaldare qualche minuto, trasferiamo la nostra focaccia nella padella e facciamola cuocere circa 4 minuti per lato, con il coperchio. Controlliamo bene la cottura, appena sentiamo un leggero odore di “bruciacchiato” giriamo la focaccia. Per girare la focaccia a metà cottura, aiutiamoci con il coperchio.

 

E’ un po’ arricciata la mia focaccia, ma come primo esperimento va bene.

Una volta cotta da entrambi i lati la nostra focaccia ripiena in padella è pronta per essere portata in tavola!

 

Molto buona, anche tiepida, e quando potremo andare a fare i pic nic comoda da portare e poi, come ho detto, si può farcire con prosciutto, formaggio, frittata, salsiccia o solo verdure.