Archivi tag: porro

IKEBANA

Il nome Ikebana nasce da un’offerta di fiori a Buddha, la traduzione letterale della parola è “fiori viventi” oppure “far vivere i fiori”.

E’ un’arte con più di mille anni di storia ed indica una composizione fatta con fiori e rami. Ho frequentato dei corsi di Ikebana e ne ho appreso i primi rudimenti, ma si è in continua evoluzione.

L’importante è non creare barriere tra uomo e natura, perchè i fiori diventano simbolo della natura stessa, trasferita nelle stanze in cui l’uomo vive.

E se riusciamo a creare anche delle composizioni che portiamo in tavola, che l’abbelliscono e che poi si possono consumare, abbiamo raggiunto lo scopo di integrare il bello e il buono.

Oggi ho voluto applicare questa tecnica ad una composizione fatta con le verdure, traendo spunto da un contest proposto dal forum

“che chef la passione in cucina” IN COLLABORAZIONE CON VISUAL FOOD ed ho voluto partecipare con questo centro tavola.

Visual Food di Rita Loccisano si occupa di decorazione utilizzando frutta, verdure, affettati, formaggi ecc per creare delle spendide composizioni, guarnizioni di piatti, segnaposto, centrotavola ecc.

Gli ingredianti del mio centrotavola sono:

  • gambi di sedano
  • foglie di porro
  • insalata quercia
  • pomodorini
  • piccoli wursteln
  • fontina a fette

SOPRACOSCE DI POLLO CON….

…con carciofi e aceto balsamico.

Non è che io ami molto il pollo, ma ogni tanto ci vuole e allora come? Impanato, arrosto, al cartoccio? Ma no, oggi ho “creato” man mano che lo preparavo.

Ingredienti:

  • 4 sopracosce di pollo
  • 6 carciofi piccoli
  • 1 porro
  • farina per infarinare
  • vino bianco secco
  • aceto balsamico (tipo crema)
  • olio e burro
  • sale e pepe

Prima di tutto pulire bene le sopracosce togliendo la pelle e il grasso, poi infarinarle.

Mettere i carciofi a cuocere a vapore, io l’ho fatto nel microonde per 6 minuti a 750.

Tagliare il porro a rondelle e metterlo a rosolare in una padella con olio e burro, poi adagiare le sopracosce e farle rosolare rigirandole, unire il vino e alzare la fiamma per sfumare un poco.

Salare, pepare e mettere il coperchio.

A metà cottura aggiungere i carciofi tagliati a metà e l’aceto balsamico, a fine cottura si otterrà una crema che, dopo aver messo il pollo e i carciofi nel piatto, si potrà versare sopra.

E’ un piatto tendente al dolce, ma “gli” è piaciuto molto, per cui ho la sua “approvazione”…..