Il 4° contest…

Standard

4° Contest – Lastufaeconomica – “Evviva il peperoncino”

Peperoncino_contest

Il piccante è una percezione sensoriale, simile ad un bruciore ma senza essere associato all’alta temperatura. La sensazione viene causata da alcune sostanze chimiche capaci di stimolare direttamente i recettori del calore”. Solo per dire che qui vogliamo parlare del peperoncino……sì ripartiamo con un contest tutto bruciore, tutto rosso, tutto allegro.
Il mio 4° contest sarà un inno al peperoncino in tutte le sue forme, usi, in cucina e non e si chiamerà “evviva il peperoncino”.
Ma chi è questo peperoncino, così piccante che mette allegria?
Capsicum L. è originario delle Americhe ma attualmente coltivato in tutto il mondo. Oltre al noto peperone, il genere comprende varie specie di peperoncini piccanti, ornamentali e dolci.
Secondo alcuni, il nome latino “Capsicum” deriva da “capsa”, che significa scatola, e deve il nome alla particolare forma del frutto (una bacca) che ricorda proprio una scatola con dentro i semi. Altri invece lo fanno derivare dal greco kapto che significa mordere, con evidente riferimento al piccante che “morde” la lingua quando si mangia.
Il peperoncino piccante era usato come alimento fin da tempi antichissimi. Dalla testimonianza di reperti archeologici sappiamo che già nel 5500 a.C. era conosciuto in Messico come pianta coltivata, ed era la sola spezia usata dagli indiani del Perù e del Messico. In Europa il peperoncino giunse grazie a Cristoforo Colombo che lo portò dalle Americhe col suo secondo viaggio, nel 1493.
Nel vecchio continente il Capsicum riscosse subito molto successo per il suo gusto intenso e piccante , molto simile al pepe, ricercatissima e costosa spezia importata dall’Oriente. Non solo era un ottimo condimento, ma era estremamente efficace per conservare gli alimenti mescolato ad altre spezie. Il Capsicum si diffuse molto rapidamente perchè, a differenza delle altre spezie costosissime e che crescevano solo in Oriente, il peperoncino, che ama i climi caldi trovò un habitat ideale lungo le sponde del Mediterraneo, le coltivazioni si diffusero quindi nel sud dell’Italia e nel nord dell’Africa. La sua fama però si diffuse anche verso l’Europa Orientale, in Ungheria è polverizzato e si chiama Paprika ed insaporisce il piatto nazionale il “Gulash”. Il “curry” non è altro che una polvere aromatizzante formata da alcune spezie a base di peperoncino rosso.
Se non si possiede un orto lo si può sempre coltivare in un vaso e togliendo i semi dalle bacche sane, essi conserveranno per circa 5 anni la loro forza germinativa. Le bacche vanno raccolte a fine estate, rosse e ben mature, nel caso si volessero conservare sotto aceto vanno raccolte verdi. Si legano i peperoncini a mazzo e si fanno essiccare appesi, oppure in forno o nell’essiccatore, poi si trita tutto a polvere finissima.
In campo medico il peperoncino abbassa il tasso di colesterolo, rinforza le coronarie e abbassa la pressione sanguigna. Contiene, nei semi, la lecitina, che aiuta a conservare la vitalità delle cellule e l’elasticità delle arterie. E’ uno stimolante naturale dei succhi gastrici ed agisce beneficamente sulla flora batterica.
Ed è anche un colorante naturale, attenzione, alcuni allevatori di polli lo usano, mischiandolo al pastone per le galline per ottenere uova dal colore più rosso….
Naturalmente il peperoncino è re tra i fornelli, esalta il sapore delle pietanze e se, per caso, restate a bocca aperta il rimedio non sta in un bicchiere di acqua, ma in un pezzetto di mollica di pane.
Ed ora via alle ricette, ai rimedi, alle curiosità e agli aneddoti, vi aspetto numerosi per scoprire insieme le tante virtù del Capsicum o meglio del peperoncino rosso.

 

REGOLAMENTO
Il contest “evviva il peperoncino”partirà il 15 settembre 2014 e terminerà il 15 novembre 2014 alle ore 24.
Si articolerà in tre sezioni:

A -il peperoncino in cucina
B -il peperoncino nei suoi più svariati usi
C -il peperoncino negli aneddoti
Possono partecipare tutti coloro che abbiano un blog o no

Non c’è limite, potete inviare uno o più ricette e articoli inerenti alla sezione. Inoltre non occorre ripubblicare una ricetta, ma semplicemente me la inviate e mettete, sotto alla vostra ricetta nel vostro blog, il mio banner.
CHI HA UN BLOG dovrà indicare a quale categoria partecipa ( A – B – C) La ricetta dovrà essere completa di almeno una foto e la descrizione della preparazione. Si deve prelevare il banner del contest ed inserirlo nella vostra home e nel post dell’articolo o della ricetta con la frase: – con questa ricetta/articolo partecipo al 4° contest “Evviva il peperoncino” del blog “lastufaeconomica”, linkando alla mia home.
CHI NON HA UN BLOG può mandare la sua ricetta al mio indirizzo – marikanadali@alice.it – specificando la sezione e saranno messe in elenco.

Questo è il banner da prelevare per metterlo nel proprio blog, nella colonna ed in fondo alla ricetta o articolo.
“ EVVIVA IL PEPERONCINO” 4° contest – LASTUFAECONOMICA -

lastufaeconomica

 

 

Togliamo la polvere…

Standard

Togliamo la polvere dopo il fermo del blog, dal mio cervello, dalle mie mani e dalle mie idee. Togliamo la polvere e facciamo ritornare lucida questa parte di me. Ogni tanto ci vuole una pausa,  per poi riprendere con maggior vigore, cercherò di fare così, supportata anche dagli amici che hanno continuato a seguirmi ed anche da quelli nuovi che si sono iscritti in questo periodo. Grazie a tutti.

Devo ancora cambiare il vestito al mio blog, lo voglio nuovo e ci sto lavorando; intanto sto preparando un nuovo contest, vi anticipo il nome: ” Evviva il peperoncino”, suggerimento di una mia amica per vedere se la sfortuna si volta da un’altra parte. Arriverà un post solo per lui, intanto pensateci e sappiate che si articolerà in tre sezioni: il peperoncino in cucina, il peperoncino in mille usi non culinari  e il peperoncino negli aneddoti.

Come avete visto avevo già ripreso con le mie (nostre) “conserve”, e questo trafficare in cucina mi dà carica.

E che la polvere si trasformi in polvere di stelle,

a presto, abbraccio

Marika

Prepariamoci all’inverno…

Standard

Dopo una splendida estate, ma dove? dicono che l’inverno sarà molto freddo, chissà se ci azzeccano stavolta i meteorologi…dubito, comunque io mi sono preparata autoproducendo delle “conserve”, ma non solo io anche Mastro Geppetto alias Mauro, ha contribuito.

??????????

qui vediamo al primo piano la salsa di pomodoro, dei condimenti per la pasta, del friggione (di Mauro) dei peperoncini essicati sott’olio; al secondo piano confetture di nespole, albicocche, pere ecc.e delle pesche sciroppate.

??????????

qui invece al primo piano i succhi di frutta alle pesche, invasati nelle bottigliette che pazientemente la mia amica del bar mi ha messo da parte. Gli altri sono in attesa di essere riempiti.

Al secondo piano invece a sinistra le cipolline e le cipolle rosse di Tropea e i peperoncini sotto aceto di Mauro, poi le mie cipolle borrettane, dietro le zucchine condite, poi in fondo le olive sott’olio.

Ma non è finita, per le serate invernali vicino…al termosifone ecco che Mauro ha preparato il Nocino (ricetta modenese)

??????????

Direi che per ora possiamo chiudere, e quando volete venire a trovarci divideremo volentieri con voi queste buone cose.

 

Pausa obbligata

Standard

Pausa obbligata, posso chiamarla.  Fino ad ieri ancora non potevo accedere alla mia bacheca nel blog, non riesco più ad inserire le foto firmate, quindi non ho potuto mandare la ricetta mensile dei “quanti modi di fare e rifare”, anche perchè è saltata anche la mia macchina fotografica, sposta la memoria nel computer…ah sì? Ma tò….muta.

Ora il computer andrà in revisione, al limite salta dalla finestra, la macchina foto è già in assistenza e ne avrà per un mese. Allora visto che stasera riesco (spero) a scrivere mi sono detta, okkei, fermi tutti. Fino al 1° di settembre pausa, al diavolo il computer, la macchina fotografica, il blog no, lo tengo di riserva anche se non posso farlo vivere, per ora.

Quindi se mi va, se riesco, scriverò qualcosa, ma devo fare una bella revisione di tutto, perciò cari amici che, se anche in pochini, avete continuato a seguirmi, vi dico, ci rivedremo il 1° settembre, vedrete con tante novità, tutto rinnovato, con tante idee e forze nuove. Vi aspetto perchè io, siccome sono ottimista, credo che le rogne finiranno e se qualcuno, lassù o quaggiù mi ha mandato un malocchio, sappia che gli/le ritorna indietro, parola di strega.

A chi va o che c’è già, buone vacanze, a chi resta buon lavoro e ritagliatevi comunque uno spazio per riposare, arrivederci a tutti e grazie di esserci. Ciao

Marika

??????????

 

 

 

Ecco il P.d.F. del mio 2° contest

Standard

Eccolo qua, il P.d.F. del mio secondo contest, – Spezie ed erbe aromatiche -

                                                                                             Contest

banner 1

 

pronto da scaricare, tutto oppure prendete le ricette che preferite; per voi che avete mandato tantissime ricette, per voi che mi seguite, per voi che amate le erbe aromatiche e le spezie.

Insomma io sono felice di questo contest ed ora che si sono concretizzate tutte le vostre ricette, spero lo siate anche voi.

GRAZIE ancora a tutti e al prossimo contest, ciao

Marika

Alleluja…il maleficio se ne andò.

Standard

Ecco, non lo dico troppo forte, ma sembra che il mio blogghino sia tornato a vivere, cavoli è dal 6/6 che dorme o che me lo hanno messo a tacere.

Chiedo scusa se non ho potuto rispondere, pubblicare, parlare con voi, condividere ecc, ma non riuscivo ad accedere alla mia bacheca in nessun modo. Ora ci siamo e vediamo di fare un po’ d’ordine, domani ripartiremo con una bellissima novità. Il PdF del mio 2° contest – Spezie ed erbe aromatiche – scaricabile da tutti coloro che desiderano avere delle bellissime ricette, potete prenderlo tutto o copiare le ricette che più vi interessano, è a vostra disposizione.

Grazie della pazienza che ha avuto chi ha continuato a seguirmi, speriamo di ricominciare per bene.

Arrivederci a presto, ciao

??????????

Tortelli viva Juve per “quanti modi di fare e rifare”

Standard

Li volevo preparare, ma aspettavo che la Juve vincesse lo scudetto e quindi ora sono pronta. Combinazione vuole che il tema di questo mese di giugno del “quanti modi di fare e rifare” fossero “I ravioli di san Giovanni” bicolori di Lu.c.ia.  e allora siamo andate nella sua cucina, intanto per assaggiare i suoi e poi per preparare insieme tanti modi diversi i ravioli. Spero che anche i miei siano graditi, anche se sono un po’ di parte, dico a tutti gli altri tifosi di altre squadre che, con opportuni colori, si possono fare per far felici mariti, compagni, ospiti e amici.

Io li ho preparati bianchi e neri.

Ingredienti per quelli bianchi:

  • 100 gr di farina Mediterranea n° 1  – Molini del Ponte
  • 1 uovo
  • mezzo cucchiaio di olio

per quelli neri:

  • 100 gr di farina Mediterranea n° 1 - Molini del Ponte
  • 1 uovo
  • 60 gr di nero di seppia

per il ripieno:

  • 200 gr di ricotta
  •  100 gr di parmigiano
  • 1 uovo
  • un mazzetto di prezzemolo tritato
  • un poco di sale

Ho impastato prima la pasta bianca e l’ho messa a riposare, poi ho preparato quella nera, facendole venire lisce, ho preparato il ripieno mescolando bene il tutto e poi ho riempito i ravioli, alcuni bianchi, altri neri.

??????????

Non li ho fatti cuocere subito, quindi li ho messi in congelatore, ma li cucinerò con una salsa al formaggio e erbe aromatiche.

Con questa ricetta partecipo al “Quanti modi di fare e rifare” per il mese di giugno, ringraziando sempre la Cuochina che ci permette di sperimentare tante buone ricette.

Il mese prossimo andremo da Sciroppo di mirtilli e piccoli equilibri per rifare il suo pollo con i peperoni, molto invitante come ricetta.

Arrivederci allora al 6 luglio.

quantimodifi