Togliamo la polvere…

Togliamo la polvere dopo il fermo del blog, dal mio cervello, dalle mie mani e dalle mie idee. Togliamo la polvere e facciamo ritornare lucida questa parte di me. Ogni tanto ci vuole una pausa,  per poi riprendere con maggior vigore, cercherò di fare così, supportata anche dagli amici che hanno continuato a seguirmi ed anche da quelli nuovi che si sono iscritti in questo periodo. Grazie a tutti.

Devo ancora cambiare il vestito al mio blog, lo voglio nuovo e ci sto lavorando; intanto sto preparando un nuovo contest, vi anticipo il nome: ” Evviva il peperoncino”, suggerimento di una mia amica per vedere se la sfortuna si volta da un’altra parte. Arriverà un post solo per lui, intanto pensateci e sappiate che si articolerà in tre sezioni: il peperoncino in cucina, il peperoncino in mille usi non culinari  e il peperoncino negli aneddoti.

Come avete visto avevo già ripreso con le mie (nostre) “conserve”, e questo trafficare in cucina mi dà carica.

E che la polvere si trasformi in polvere di stelle,

a presto, abbraccio

Marika

 

 

 

Prepariamoci all’inverno…

Dopo una splendida estate, ma dove? dicono che l’inverno sarà molto freddo, chissà se ci azzeccano stavolta i meteorologi…dubito, comunque io mi sono preparata autoproducendo delle “conserve”, ma non solo io anche Mastro Geppetto alias Mauro, ha contribuito.

??????????

qui vediamo al primo piano la salsa di pomodoro, dei condimenti per la pasta, del friggione (di Mauro) dei peperoncini essicati sott’olio; al secondo piano confetture di nespole, albicocche, pere ecc.e delle pesche sciroppate.

??????????

qui invece al primo piano i succhi di frutta alle pesche, invasati nelle bottigliette che pazientemente la mia amica del bar mi ha messo da parte. Gli altri sono in attesa di essere riempiti.

Al secondo piano invece a sinistra le cipolline e le cipolle rosse di Tropea e i peperoncini sotto aceto di Mauro, poi le mie cipolle borrettane, dietro le zucchine condite, poi in fondo le olive sott’olio.

Ma non è finita, per le serate invernali vicino…al termosifone ecco che Mauro ha preparato il Nocino (ricetta modenese)

??????????

Direi che per ora possiamo chiudere, e quando volete venire a trovarci divideremo volentieri con voi queste buone cose.

 

Pausa obbligata

Pausa obbligata, posso chiamarla.  Fino ad ieri ancora non potevo accedere alla mia bacheca nel blog, non riesco più ad inserire le foto firmate, quindi non ho potuto mandare la ricetta mensile dei “quanti modi di fare e rifare”, anche perchè è saltata anche la mia macchina fotografica, sposta la memoria nel computer…ah sì? Ma tò….muta.

Ora il computer andrà in revisione, al limite salta dalla finestra, la macchina foto è già in assistenza e ne avrà per un mese. Allora visto che stasera riesco (spero) a scrivere mi sono detta, okkei, fermi tutti. Fino al 1° di settembre pausa, al diavolo il computer, la macchina fotografica, il blog no, lo tengo di riserva anche se non posso farlo vivere, per ora.

Quindi se mi va, se riesco, scriverò qualcosa, ma devo fare una bella revisione di tutto, perciò cari amici che, se anche in pochini, avete continuato a seguirmi, vi dico, ci rivedremo il 1° settembre, vedrete con tante novità, tutto rinnovato, con tante idee e forze nuove. Vi aspetto perchè io, siccome sono ottimista, credo che le rogne finiranno e se qualcuno, lassù o quaggiù mi ha mandato un malocchio, sappia che gli/le ritorna indietro, parola di strega.

A chi va o che c’è già, buone vacanze, a chi resta buon lavoro e ritagliatevi comunque uno spazio per riposare, arrivederci a tutti e grazie di esserci. Ciao

Marika

??????????

 

 

 

Ecco il P.d.F. del mio 2° contest

Eccolo qua, il P.d.F. del mio secondo contest, – Spezie ed erbe aromatiche -

                                                                                             Contest

banner 1

 

pronto da scaricare, tutto oppure prendete le ricette che preferite; per voi che avete mandato tantissime ricette, per voi che mi seguite, per voi che amate le erbe aromatiche e le spezie.

Insomma io sono felice di questo contest ed ora che si sono concretizzate tutte le vostre ricette, spero lo siate anche voi.

GRAZIE ancora a tutti e al prossimo contest, ciao

Marika

Alleluja…il maleficio se ne andò.

Ecco, non lo dico troppo forte, ma sembra che il mio blogghino sia tornato a vivere, cavoli è dal 6/6 che dorme o che me lo hanno messo a tacere.

Chiedo scusa se non ho potuto rispondere, pubblicare, parlare con voi, condividere ecc, ma non riuscivo ad accedere alla mia bacheca in nessun modo. Ora ci siamo e vediamo di fare un po’ d’ordine, domani ripartiremo con una bellissima novità. Il PdF del mio 2° contest – Spezie ed erbe aromatiche – scaricabile da tutti coloro che desiderano avere delle bellissime ricette, potete prenderlo tutto o copiare le ricette che più vi interessano, è a vostra disposizione.

Grazie della pazienza che ha avuto chi ha continuato a seguirmi, speriamo di ricominciare per bene.

Arrivederci a presto, ciao

??????????

Tortelli viva Juve per “quanti modi di fare e rifare”

Li volevo preparare, ma aspettavo che la Juve vincesse lo scudetto e quindi ora sono pronta. Combinazione vuole che il tema di questo mese di giugno del “quanti modi di fare e rifare” fossero “I ravioli di san Giovanni” bicolori di Lu.c.ia.  e allora siamo andate nella sua cucina, intanto per assaggiare i suoi e poi per preparare insieme tanti modi diversi i ravioli. Spero che anche i miei siano graditi, anche se sono un po’ di parte, dico a tutti gli altri tifosi di altre squadre che, con opportuni colori, si possono fare per far felici mariti, compagni, ospiti e amici.

Io li ho preparati bianchi e neri.

Ingredienti per quelli bianchi:

  • 100 gr di farina Mediterranea n° 1  – Molini del Ponte
  • 1 uovo
  • mezzo cucchiaio di olio

per quelli neri:

  • 100 gr di farina Mediterranea n° 1 - Molini del Ponte
  • 1 uovo
  • 60 gr di nero di seppia

per il ripieno:

  • 200 gr di ricotta
  •  100 gr di parmigiano
  • 1 uovo
  • un mazzetto di prezzemolo tritato
  • un poco di sale

Ho impastato prima la pasta bianca e l’ho messa a riposare, poi ho preparato quella nera, facendole venire lisce, ho preparato il ripieno mescolando bene il tutto e poi ho riempito i ravioli, alcuni bianchi, altri neri.

??????????

Non li ho fatti cuocere subito, quindi li ho messi in congelatore, ma li cucinerò con una salsa al formaggio e erbe aromatiche.

Con questa ricetta partecipo al “Quanti modi di fare e rifare” per il mese di giugno, ringraziando sempre la Cuochina che ci permette di sperimentare tante buone ricette.

Il mese prossimo andremo da Sciroppo di mirtilli e piccoli equilibri per rifare il suo pollo con i peperoni, molto invitante come ricetta.

Arrivederci allora al 6 luglio.

quantimodifi

 

Laurea di Alexandra & Federico

“E’ con viva e vibrante soddisfazione”……..che presento le foto della consegna della laurea ad Alexandra e al suo ragazzo Federico, laureatisi  alla John Cabot University di Roma, entrambi con il massimo dei voti.

Qui si era nella splendida Villa Aurelia a Roma, dove si sono svolte le consegne e il ricevimento.

villa Aurelia

In attesa della sfilata dei ragazzi…. qui Vanessa (la sorella di Alexandra), il Nonno e Roberta (la mamma delle “bimbe”, nonchè mia figlia).

??????????

Vanessa e mio figlio Andrea. Giornata splendida, non solo per la festa e il bel tempo, ma perchè sono riuscita a vedere un po’ dei miei figli (che sono sparsi in Italia e America)…

??????????

…e mi ci metto anch’io……tra i fiori…

tra i fiori

consegna della laurea a Federico, ma quando Alexandra è salita sul palco…..non sono riuscita a fotografarla…(chissà perchè…)

068

il lancio del tocco a fine cerimonia..

??????????

con i due laureati (sì, ma lei aveva i tacchi…)

??????????

FELICITA’……

??????????

madre e figlie. Lasciatemelo dire, splendide tutte e tre. eheheh.

??????????

Vanessa, Andrea (lui fa sempre il comico…) e Roberta.

??????????

…dopo la laurea…la mia splendida dottoressa.

??????????

Qui si conclude la cerimonia e il ricevimento, ma dopo siamo andati a cena in un ristorante romano…….appena ho le foto le carico.

 

 

 

 

 

 

Torta versata di ricotta (Martolina docet)

Questa è una delle tante meravigliose ricette di Martolina in cucina.

Lei l’ha preparata a pezzettini nei pirottini dicendo che si può anche congelare, io l’ho preparata intera, pensando che, se avanzava, avrei fatto così anch’io…sìììììì…è sparita tutta ed eravamo in quattro…

E’ veramente facile, molto gustosa e soprattutto da rifare.

INGREDIENTI: (con le mie modifiche)

per la base:

  • 2 uova
  • 100 gr di zucchero
  • 50 gr di olio
  • 70 gr di latte
  • 1 bustina di lievito per dolci

per il ripieno:

  • 400 gr di ricotta freschissima
  • 1 cucchiaio di uvetta
  • 4 uova
  • 5 cucchiai di fecola
  • 5 cucchiai di zucchero.

Mescolare bene le uova con lo zucchero, poi aggiungere l’olio, il latte, la farina con il lievito. Mettere in una teglia e in forno preriscaldato a 180° per circa 15 min.

Intanto preparare la crema di ricotta, mescolando bene tutti gli ingredienti assieme, ma mettendo lo zucchero solo alla fine. Quindi versare la crema di ricotta sull’impasto già cotto coprendo il tutto, sopra versare la seconda metà dell’impasto e rimettere la teglia in forno per circa 30 min.

Qui si vede come sotto ci sia il primo impasto già cotto.

??????????

L’ho poi decorata con zucchero a velo e fragole e ciliege.

??????????

 

 

 

 

Andiamo nell’ Orto di Claire

corso di cucina_lortodiclaire

 

tp://lortodiclaire.wordpress.com/

Claire del blog “L’orto di Claire” ha avviato una bellissima iniziativa, una serie di incontri per imparare a cucinare con i fiori eduli, germogli e aromatiche. Se cliccate sul suo blog troverete tutte le informazioni.

L’incontro di sabato 24 maggio è stato spostato a mercoledì 28/5, ma gli altri saranno di sabato, se ci saranno modifiche lo comunicherà. Le lezioni saranno tenute dallo Chef Francesco Spelta, quindi impareremo ad utilizzare anche i fiori che la natura, soprattutto in questo periodo ci dona.

Alla fine della lezione chi desidera potrà trattenersi per scambiare opinioni e idee, un aperitivo a bordo lago e una spaghettata informale, chiuderà con calma la nostra splendida giornata.

Direi che ci sono tutte le prospettive per passare uno splendido pomeriggio in campagna, imparando nuove tecniche di cucina e socializzando con altre persone.

Per maggiori dettagli sulla modalità di iscrizione e successivamente sul luogo da raggiungere e come raggiungerlo, potete scrivere a: info@lortodiclaire.it

welcome

 

 

Busiate con brocco-letti

Buonissimo primo piatto con le busiate e i brocco-letti (detto così perchè veramente sarebbero dei grossi broccoli)

“Le busiate, sorta di maccheroni fatti in casa, attorcigliati  sugli  steli sottili, resistenti e lisci della spiga di una pianta erbacea, la disa o saracchio.” Ora si usano dei ferretti o degli stecchini lunghi, questi miei invece provengono dai Molini del Ponte Drago di Castelvetrano. Ma si possono fare benissimo in casa usando della ottima farina integrale.

Ho ricevuto dei bellissimi brocco-letti  dalla Sicilia (io uso verdure a km. zero), pensavo fossero cavolfiori, visto che quelli che uso qui a Bologna sono grandi al massimo 5 cm, invece questi sono grandissimi, basta vedere la foto a confronto del piatto.

??????????

Così ho preparato questo primo piatto:

  • 230 gr di “busiate”
  • un brocco-letto (quello della foto)
  • sale
  • olio piccante,
  • parmigiano

Ho lavato e tagliato a pezzi il brocco-letto, usando anche le foglie e il gambo (tenerissimo), li ho messi a bollire in acqua salata in una pentola capiente, con il coperchio Wonder. Quasi a fine cottura ho aggiunto le busiate e in 14 minuti è stato tutto pronto.

Ho scolato la pasta e la verdura con un mestolo forato, per poter poi riutilizzare l’acqua di cottura e li ho conditi solo con olio piccante e parmigiano grattugiato. Così sia la pasta che la verdura hanno sprigionato tutto il loro aroma.